x

Il ballo negli adulti aiuta a vivere meglio?

00

In Italia quando si è giovani e si pensa al ballo si immagina un’attività ricreativa (per lo più per anziani) poco faticosa rispetto ad altri sport ritenuti più provanti. Tutto ciò non è assolutamente vero e vi sveleremo il perché!

Sovente si vedono coppie di 50-60 anni che arrivando a scuola di ballo mormorano: “Mi sa che siamo troppo vecchi per iniziare a ballare”

Ma quindi a che età si dovrebbe ballare? I giovani pensano che sia un attività per vecchi, i vecchi pensano che sia un attività per giovani…probabilmente il problema è una serie di credenze popolari che oggi vogliamo farvi dimenticare.

UNA SERIE DI GROSSI SCOGLI

Quando qualsiasi persona si avvicina al mondo della danza viene subito travolta da alcuni luoghi comuni e sensazioni di paura:

    • Gli altri sono tutti più bravi, ballano da chissà quanto e noi non saremo mai all’altezza;
    • Siamo vecchi ormai e facciamo molta fatica ad apprendere le cose;
    • Ho già diversi acciacchi che non mi permetteranno mai di compiere determinati movimenti.
Sappiamo che in realtà non è affatto cosi: tutti i problemi elencati prima, sono comuni a tutti gli aspiranti ballerini che si avvicinano per la prima volta al mondo del ballo. Quando si inizia un attività nuova è NORMALE attraversare alcuni stati d’animo quali la sensazione di sentirsi incapaci o la paura di dimenticarsi le figure . 

Ma tutto ciò non dipende da un Alzheimer precoce, TUTTI al principio della nostra vita da ballerini abbiamo una fase da “Dory” del cartone animato della Pixar “Alla ricerca di Nemo”.
Si, Dory quel pesciolino che soffriva di perdita di memoria a breve termine.
Inizialmente nel ballo siamo tanti piccoli pesciolini smemorati, sta all’insegnante con un metodo adatto e personalizzato far si che questa situazione migliori nel più breve tempo possibile.

E’ normale vedere gli altri sempre più bravi, inizialmente è normalissimo che tutti sembrino più bravi di noi. Ma scacciate questa paura con questo pensiero Mettersi a guardare gli altri è il peggior modo per iniziare a ballare”.

Prendetevi del tempo, iniziate a studiare i passi con calma e pazienza e vedrete che dopo pochissimo tempo sarete capaci di ballare in pista alla pari degli altri!

Un’altra sensazione che passa nella testa dei novelli ballerini è il sentirsi inadatti ed incapaci di ballare. Tutto ciò può solo passare con il proseguimento delle lezioni. Inizialmente di certo avrete difficoltanoà nella maggior parte dei passi, dei giri o delle guide; probabilmente ci saranno momenti dove scambierete la destra con la sinistra, l’andare avanti con l’andare indietro o magari sentirete di avere dolori ovunque… ma non disperate!

Fa tutto parte del lento processo di apprendimento del ballo.

Nonostante il fatto che le paure durante l’apprendimento della danza siano comuni a tutte le età, gli adulti sopra i 50-60 anni fanno molta più fatica ad accettare questa situazione. Preferiscono stare in sala da ballo a fare la muffa, ballando completamente a caso senza un minimo di soddisfazione, piuttosto che iniziare a ballare veramente.

Vi domanderete: ma perché?

Più andiamo avanti nella vita e più cerchiamo di attendere e di rifugiarci nelle cose che conosciamo e nelle esperienze già sperimentate piuttosto che provare cose nuove.

E tutto questo si tramuta come vediamo nella foto seguente nel trovarci nella cosiddetta “Box Zone”.

Tutto ciò che è nuovo tendiamo a rifiutarlo e questo ci penalizza perché è un atteggiamento che lentamente porta alla chiusura e all’isolamento. Il mondo moderno costantemente ci mette alla prova con un sacco di novità. Basti pensare all’avvio di internet, degli smartphone, delle app, in tutti i momenti della nostra vita ci viene chiesto di imparare e sperimentare cose nuove. Chiudersi nel passato è quindi il modo più rapido per andare incontro all’invecchiamento.

Accettare nuove sfide almeno in principio può causare disagio, ma è l’unico modo per poterci evolvere e rimanere giovani.

Durante la nostra carriera di insegnamento abbiamo potuto insegnare a bambini dai 3 anni e perfino a persone  over 80! Ognuno dei nostri allievi è riuscito a sfruttare gli innumerevoli vantaggi che  il ballo riesce a donare. Abbiamo visto giovani bambini maturare e adulti di ogni età ritrovarsi completamente trasformati.

I BENEFICI DEL BALLO

  • Il lavoro muscolare molto intenso e completo permette di tenere allenati polpacci, quadricipiti, bicipiti femorali, addominali, lombari, deltoidi, dorsali, glutei e molti altri muscoli ancora. Ballando chiamiamo a raccolta una miriade di gruppi muscolari che lavorano per sostenere il nostro peso, darci equilibrio e guidare la nostra partner. Più siamo inattivi e più il nostro corpo tende a perdere massa muscolare e il ballo (come altri sport) può dare un aiuto concreto per mantenere un buon tono muscolare.
  • Ballare migliora il nostro sistema cardiovascolare, è un’attività che si adatta molto alle capacità del praticante e gli permette di migliorarsi in modo graduale prima sul piano tecnico e successivamente su quello atletico. Man mano che si prosegue il proprio percorso nel ballo acquisiremo doti tecniche che ci permetteranno di poter effettuare movimenti più energici e rendere l’attività cardiovascolare sempre più intensa.
  •  L’attività cerebrale durante il ballo viene intensificata e ciò ci fa ringiovanire moltissimo, ma attenzione, solamente se l’attività svolta viene praticata in modo intelligente e con metodo e con una frequenza non inferiore alle due volte a settimana. 
  • Il ballo migliora l’autostima. Infatti il miglioramento di un passo o di un azione, il migliorare il proprio aspetto fisico, il curare il proprio look o raggiungere un traguardo aumenta la nostra autostima. E tutto questo inoltre ci permette ancora di apparire più giovani di qualche anno!
  • Ballare porta le persone a trovare nuove amicizie e compagnie, magari non tute di lunga durata ma avranno certamente tutte una caratteristica comune: uscire dalla “Box Zone”. Esse vi stimoleranno a provare cose nuove, visitare luoghi e perché no, a migliorare il vostro ballo.
 
Che tu sia un giovane o un vecchietto il ballo non ha età ma può essere vissuto in ogni parte della nostra vita. Quindi cosa aspetti? Esci dalla tua “Box Zone” e iscriviti ad un corso di ballo! Ne troverai giovamento già dalle prime lezioni! 

 

Prossimi eventi